Rallye storico, si scaldano i motori sull’isola
20 Settembre 2017
Un 2017 da incorniciare…Lucky campione italiano ed europeo!
25 Settembre 2017

Sulle strade dell’Elba Comas tenta l’assalto al titolo continentale

La Stampa – Ed. Biella, 21 Settembre 2017
Difficile gara, quella sull’asfalto dell’Elba, per tutti i piloti. Sull’isola toscana va in scena un nuovo appuntamento del Campionato europeo rally per vetture storiche, che ha anche validità per la contesa italiana. Comas per l’Europa Erik Comas, in testa alla categoria 2, punta a chiudere i giochi prima delle ultime prove e, approfittando dell’assenza del finlandese Silvasti, tenta l’affondo finale. Ma dovrà fare attenzione al terzo incomodo di stagione, Lucio Da Zanche, che con la Porsche proverà ad avvicinarsi al pilota del team Zenith El Primero Stratos. Team che è terzo nella classifica per squadre alle spalle della scuderia Rododentri e all’Historic team Finland. Ma la lotta è anche con «Lucky» Battistolli e la sua Lancia Delta integrale, che in classe 4 domina tutti gli altri. Il veneto è in testa anche al Campionato italiano, dove ha registrato un elevato numero di successi prima di cedere nell’ultima uscita friulana proprio al transalpino trapiantato a Biella. Un Comas concentrato e che poca voglia di parlare alla vigilia se non con uno stringato: «Sono tanti i piloti bravi al via». Lanieri per il tricolore Nelle differenti classifiche due biellesi sono in lotta per il titolo italiano. Si tratta di Marco Bertinotti e Andrea Rondi con la Porsche 911 della Rally&Co, che nel 2º Raggruppamento possono insidiare il leader provvisorio della graduatoria Alberto Salvini navigato da Davide Tagliaferro e portarsi in cima a tutti gli altri. Nel 3º gruppo il trentino Tiziano Nerobutto (Opel Kadett Gte) è pronto ad ingaggiare lotta serrata alle Porsche 911 di Marco Superti, co-pilota Giacomo Giannone, e quella del cossatese Roberto Rimoldi in coppia con Alberto Galli, anche loro Rally&Co, in una classifica particolarmente corta. Il percorso dell’Elba è quello tradizionale con dieci prove speciali suddivise in due tappe per 134 chilometri cronometrati, il 30% del totale da percorrere in gara. Si parte questa sera alle 19,45 con la prima ps, quella dei Due colli di 12 chilometri, e poi con la Capoliveri alle 21,40 lunga poco meno di 5 km. Arrivo sabato alle 14 in piazza Matteotti, sempre nel paese di partenza.