Un 2017 da incorniciare…Lucky campione italiano ed europeo!
25 Settembre 2017
Lucky for president
26 Settembre 2017

Comas e il “made in Biella” sul tetto d’Europa

La Stampa – Ed. Biella, 26 Settembre 2017
Al primo Rally Lana storico con la Lancia Stratos, Erik Comas si era dovuto ritirare. Adesso, tantissimi chilometri dopo, il francese e biellese d’adozione vince il titolo di campione d’Europa di 2º Raggruppamento per vetture storiche, riportando la berlinetta torinese davanti a tutte sull’Isola d’Elba, 40 anni dopo il successo di Bernard Darniche. Due transalpini con storie motoristiche differenti, ma accomunati dal genio tutto italiano della Stratos. Genio che è anche biellese, ieri come oggi. Negli Anni 70 era il garage dei Maglioli a Chiavazza, ora l’atelier di Andrea Chiavenuto a Mongrando. «Ho trovato in lui il preparatore che cercavo da tempo per la mia Stratos Zenith/Pirelli. Andrea ha preso in mano la vettura lavorando con puntiglio e intuizione, mostrando competenze, modestia e onestà non comuni. Con Alberto Pincin, Mario Decadenti e “Bubu” hanno formato un “dream team” per fare vincere la più affascinante delle auto da rally, ma anche la più complessa e dispendiosa delle storiche in competizione». Obiettivi raggiunti Così Comas chiude tre anni di obiettivi centrati: prima il titolo italiano, poi il successo nella Targa Florio edizione numero 100, il raduno delle Stratos a Biella e ora l’Europeo. Onori anche al navigatore Yannik Roche, con due successi assoluti in Friuli e ora all’Elba. La gara toscana è stata tiratissima e vinta con soli 4 secondi di vantaggio su «Lucky» Battistolli e Fabrizia Pons con la Lancia Delta integrale, che vincono il titolo italiano e continentale di 4° Raggruppamento. Due le dediche di Comas prima del meritato riposo: «È il mio momento di organizzare matrimonio con Raffaella Serra, che è la mia colonna portante e fondamenta di questo successo biellese. E con lei voglio dedicare questo titolo europeo a Silvio Ubertino, una delle prime persone conosciute a Biella». Terzo raggruppamento Roberto Rimoldi e Alberto Galli vincono il titolo italiano nel 3° Raggruppamento, il secondo in tre anni per il pilota di Cossato: «Non è stato facile – dice -. Ringrazio il team Guagliardo che mi ha assistito, permettendomi di proseguire con gli interventi che si usavano una volta per tener pulita la frizione».