“Lucky” e “Pedro’ portano in vetta all’Europeo la Squadra Corse Isola Vicentino
10 Aprile 2015
Paura per “Lucky” e Pons
15 Aprile 2015

Paura Lucky, la Delta sbatte su una casa

Il Giornale di Vicenza, 13 Aprile 2015

La Lancia Delta alla partenza del Rally di Sanremo|Lucky e Fabrizia Pons. SANREMO – Una curva a destra veloce. La Delta arriva lunga, punta verso l´interno ma improvvisamente perde aderenza. L´ammortizzatore sinistro, scoppiato nella prova precedente, non aiuta nell´appoggio. La Lancia parte, impossibile recuperarla. Frazioni di secondo. Il botto contro lo spigolo di una casa è durissimo. Le lamiere s´accartocciano. Lucky Battistolli e Fabrizia Pons accusano un colpo violento alla schiena. Cinture e collare Hans fanno il loro dovere ma l´impatto è di quelli che lasciano il segno.Frattura di una vertebra lombare per entrambi. Tutto sommato se la cavano bene. Ieri mattina all´alba, dopo le prime premurose cure, sono rientrati a casa a bordo di due ambulanze. A Vicenza Lucky, a Torino Fabrizia. Almeno dieci giorni di riposo assoluto a testa. Poi la riabilitazione, aiutata da un bustino. Con le vertebre bisogna andarci cauti.Stagione finita, o quasi. Se ne riparlerà fra qualche mese, anche se la voglia di risalire in auto è tanta.Rally di Sanremo amaro per l´equipaggio vicentino-torinese, scattato venerdì sera coi favori del pronostico e subito costretto ad inseguire a causa di una galeotta foratura nelle battute iniziali della gara. Campioni europei in carica e già leader della classifica continentale 2015, i due puntavano sul rally italiano per incrementare il vantaggio sul compagni della Squadra Corse Isola Vicentina, Pedro-Baldaccini (Lancia Delta Integrale), pure loro ostacolati dallo sgonfiamento di uno pneumatico nel corso della prima speciale. Lucky non s´era perso d´animo, nonostante la battuta d´arresto. Forte di una esperienza quarantennale, aveva dato fondo a tutti i numeri del suo immenso repertorio e alla fine della prima tappa aveva già recuperato larghissima parte del tempo perduto, portandosi alle spalle del battistrada, Matteo Musti su Porsche 911 Sr, davanti per 15 secondi.Con una seconda tappa tutta da disputare c´erano sicuramente le condizioni per prendere in mano le redini del rally. Lo scoppio dell´ammortizzatore di sinistra, però, lo costringeva a ridurre il gas in attesa dell´intervento dei meccanici. Così sulla speciale di Passo del Mare, 14 chilometri tirati, cedeva all´avversario ancora qualcosa. Sul primo passaggio di Vignai, altri 14 chilometri ricchi di tutto, gli sarebbe bastato non aumentare il distacco, sicuro che la sostituzione dell´ammortizzatore, andato a fondo corsa, gli avrebbe consentito di spingere. Invece la Delta lo ha tradito proprio in curva, perdendo aderenza. L´urto, improvviso e maligno, ha fatto il resto. Rally alle ortiche, dolore alla schiena, stagione compromessa. Lucky è un lottatore nato e un Campione con la “C” maiuscola. Il tempo di recuperare e tornerà ancora più forte. Fabrizia Pons è uguale. Il vicentino salterà purtroppo il Rally Campagnolo, in calendario i primi due giorni di maggio.

3