Romba il Campagnolo Lucky è già all’incrocio
19 Maggio 2016
Storie di rally e vita
6 Giugno 2016

“Lucky” Integrale assapora la vittoria del Campagnolo

Il Giornale di Vicenza, 27 Maggio 2016
Battistolli, su Lancia, punta al vertice della classifica. Dopo 40 anni ritorna Zordan, Smiderle è al debutto Tutto pronto, a Isola Vicentina, per la 12 edizione del Rally Campagnolo in versione storica. Stasera, alle 20.30, la prova spettacolo di Torreselle assegnerà la prima “maglia rosa”. Domani, invece, si farà sul serio con quattro prove speciali (Gambugliano, S. Caterina, Passo Xomo e Recoaro Mille) da ripetersi due volte. Oltre 100 chilometri cronometrati per decretare il vincitore di uno dei rally più belli e difficili del campionato italiano.Sono 92 i piloti iscritti alla manifestazione che Renzo De Tomasi, patron del Rally Club Isola Vicentina, ha riportato in auge dopo le prime cinque edizioni andate in scena, con la regia di Ceo Filippi, nei primi anni Settanta. E diversi protagonisti di allora saranno in prima fila anche oggi e domani. Tra tutti Gigi Battistolli, ovvero Lucky, che punta direttamente al vertice della classifica. Sciolto il dubbio che sino a pochi giorni fa lo attanagliava, Delta o 308 Gtb, ha optato per la Lancia Integrale, lasciando la Ferrari, con la quale a fine aprile ha dominato il Valsugana Historic, in garage. La riprenderà in mano il secondo week end di giugno al Dolomiti per scaricare tutta la cavalleria lungo i passi resi famosi dalle gesta di Munari. Al fianco di Lucky ci sarà Gigi Cazzaro. Fabrizia Pons, che lo coadiuva nella rincorsa al tricolore, lo seguirà prova dopo prova assieme al direttore sportivo Roberto “Rudy” Dalpozzo. Ritorna, dopo quarant’anni dall’epica cavalcata entrata nella storia della specialità, anche Antonillo Zordan. Nel 1976, con una Porsche 911 di gruppo 3, mise dietro di sè la Lancia Stratos ufficiale di Tony Carello. Come allora, avrà il numero 15 sulle fiancate mentre a leggergli le note sarà Roberto Scalco, all’epoca coequipier di Gigi Dalla Pozza il “Finnico”. Il navigatore storico di Antonillo, Danilo Dalla Benetta, lo aspetterà nei tre riordini che intervalleranno il susseguirsi delle prove: S. Antonio, Isola e Schio. Tra Lucky e Zordan una selva di Porsche 911, le Audi 4 di Zivian e Andrea Smiderle al debutto, quest’ultimo, nei rally storici.Con i bolidi teutonici ci saranno piloti del calibro di Da Zanche (tre vittorie al Campagnolo), Musti, Salvini e il siciliano Mimmo Guagliardo, vincitore della gara d’apertura del campionato italiano. E ancora Muccioli con Luisa Zumelli e Nereo Sbalchiero con Alberto Ferracin. Giorgio Costenaro, in coppia con Sergio Marchi, correrà con la Lancia Stratos puntando alla vittoria nel terzo raggruppamento. Kadett Gte, invece, per il vicentino Franco Marconcini, presente a tutte le edizioni storiche del Campagnolo. Grande battaglia annunciata anche nella prova di regolarità sport che scatterà in coda al rally. I tre equipaggi reduci dalla Mille Miglia, Mozzi-Biacca (terzi assoluti), Giacoppo-Grillone (32 ) e Senna-Tosi (69 ) godono dei favori del pronostico. Stamane le verifiche a Isola. Partenza della prima vettura alle 19.30 in via Roma a Vicenza.

img_1936399_1_1